Il biondo è sinonimo di luminescenza, una nuance sempiterna che non passa mai di moda. Alligna in qualsiasi collezione moda, talvolta virando verso sfumature più fredde, talaltre verso gradazioni più warm e mielate. In questi ultimi anni, le tendenze in fatto di biondo si sono addensate su un unico focus: raffreddare la nuance quanto più possibile, fino a lambire gradazioni quasi artiche. Come possiamo mantenere questo effetto-come se fossimo appena uscite dal nostro salone di fiducia? Un must have per ottenere una tonalizzazione espressa della chioma è senza dubbio il conditioner antigiallo. Scopriamo insieme come utilizzare questo prodotto ed ottenere un biondo ice…da capogiro!

METTIAMO ALLA PROVA IL SILVER CONDITIONER MOOD

Per mantenere una chioma bionda con una riflessatura ice, dovremo giocoforza ravvivare questa nuance con qualche prodotto anche a casa. Spesso e volentieri, quando usciamo dal parrucchiere abbiamo una gradazione di biondo impeccabile, dovuta alla tonalizzazione effettuata in salone. Il problema è che questa magnifica nuance artica tende a scaricare piuttosto velocemente con i lavaggi: come possiamo fare per mantenerla anche a casa? Uno dei prodotti più gettonati-assieme allo shampoo antigiallo-è il balsamo (il conditioner) antigiallo: l’applicazione è la medesima di un balsamo tradizionale, quindi decisamente semplice. Una volta effettuato lo shampoo, basterà distribuire il conditioner antigiallo su tutta la capigliatura, attendere il tempo di posa e successivamente procedere al risciacquo. Sostituisce in toto il balsamo tradizionale (quello non pigmentato), poiché possiede anche un effetto ristrutturante. Fin qui, tutto fantastico: la facilità e l’immediatezza d’uso lo rendono un prodotto adatto ad un utilizzo domestico, con risultati senza dubbio efficaci. C’è un però: a fianco della facilità d’uso, si nasconde una piccola insidia. Se non vengono rispettati i tempi di posa c’è il rischio tangibile di ritrovarsi con un viraggio violetto sulla capigliatura, specialmente se si tratta di un biondo chiaro, magari decolorato con un grado di porosità alle stelle- in questo caso il pigmento viola penetra più velocemente. Ebbene, siete pronte a vedere i miei esperimenti?

BIONDO PLATINO (10)+ SILVER CONDITIONER (TEMPO DI POSA: 3 MIN)

Il primo esperimento è stato un azzardo: ho testato il silver conditioner su una base molto chiara, un biondo platino (10 come altezza di tono), lasciandolo in posa per 3 minuti (il massimo consigliato dal brand produttore, MOOD). In questo caso, l’effetto fata turchina aveva una probabilità di accadimento del 99%, ma ho comunque voluto sfidare la sorte e vedere con i miei occhi il risultato.

Come già accennato prima, il rischio di ottenere un riflesso violetto era altissimo: la base di partenza chiara (platino) e il tempo di posa prolungato (3 minuti), lasciavano presagire il peggio. Infatti…ecco qua la versione fata turchina!

Il risultato è decisamente troppo violetto: su una base così chiara, come il platino, il prodotto non deve essere tenuto in posa per dei minuti, bensì per dei secondi! La buona notizia è che, se vi ritrovate in queste condizioni, il riflesso violetto sparirà nel giro di qualche lavaggio. Non paga di questa prima prova, ho testato il silver conditioner MOOD sempre su una base chiara- un biondo platino-tenendolo in posa per 30 secondi. Cosa sarà saltato fuori?

BIONDO PLATINO (10)+ SILVER CONDITIONER (TEMPO DI POSA 30 SECONDI)

Ebbene, altro giro, altra corsa. Ho saggiato il silver conditioner su una base platino (10 come altezza di tono), questa volta con un tempo di posa ridotto ai minimi termini: 30 secondi, praticamente sono stata un fulmine nell’applicarlo e nel risciacquo! Il risultato è un biondo freddo, senza indesiderati riflessi violetti.

Come potete notare, anche in questo caso abbiamo un biondo freddo, ice, senza che il colore viri verso il violetto. Il consiglio è il seguente: se partite da un biondo chiarissimo oppure addirittura un platino, riducete al minimo il tempo di posa. Non sospingetevi verso i due/tre minuti riportati sulla confezione del prodotto, per delle basi così chiare non è l’ideale. Il segreto sta tutto nella…velocità! Una manciata di secondi ci separano da una chioma color ghiaccio ad una degna della fata turchina! Altro discorso vale per le basi più scure. Curiose di vedere l’ultimo esperimento?

BIONDO CHIARO DORATO (8.3)+ SILVER CONDITIONER (TEMPO DI POSA 3 MIN)

Chiudiamo questa carrellata di esempi con una base più scura e più dorata, ossia un 8.3 (biondo chiaro dorato). Avendo una base più scura e con una punta di dorato più accentuata, ho lasciato in posa il prodotto per tre minuti, confidando in un egregio risultato: mi aspetto che la nuance calda venga spenta, portando il capello ad un biondo chiaro freddo.

Il risultato è quello atteso: un biondo chiaro freddo, e questa volta ho lasciato in posa il conditioner per tre minuti.

Per basi più scure, come quella riportata sopra (8, biondo chiaro), possiamo permetterci il lusso di tenere in posa il balsamo per ben 3 minuti, ottenendo un biondo cinereo. Possiamo affermare che il silver conditioner MOOD ha fatto il suo dovere!

Avete mai provato il balsamo antigiallo? Con quali risultati?